Archivio

Archivio Luglio 2006

le lacrime di Lucignolo

28 Luglio 2006 1 commento


Ieri sera, c’e’ stata la solita puntata di “Lucignolo-bella vita”.
Da quando “Lucignolo” si interesa al gossip lo seguo molto meno, ma ieri….era diverso.
Si respirava un’aria davvero mesta.
Lo scorso venerdi’ “Studio aperto” aveva dato la notizia che il giovane regista del programma, e’ purtroppo morto d’infarto nottetempo, ed io volevo vedere in che modo l’avrebero ricordato.
Non mi sarei mai attesa, di sentire lo scanzonato dj con la voce rotta.
“Questa settimana, ragazzi, per me non e’ stata come le altre”.
Mi si e’ spezzato il cuore.
So bene, cosa si prova a perdere un amico.
Quando la mattina ti svegli e pensi che sia una giornata come le altre, e ti arriva la batosta tra capo e collo, entri in una stanza e invece del tuo amico trovi un mazzo di fiori.
A me e’ succeso a 16 anni.
Troppi anni fa’, sto per compierne 34…ma non ho dimanticato.
Non si puo’ dimenticare, una cosa del genere: e’ una ferita che lascia il segno!
E ora, sapere cosa sta passando il dj di “Studio Aperto”, mi porta a volergli stare vicina.
Gli mandero’ una e-mail appena finisco questo post.
Probabilmente l’ultimo, prima di partire per le ferie.
Riferimenti: il sito di Lucignolo

il furby di Toshio

24 Luglio 2006 2 commenti


Devo ammetterlo: quando l’ho comprato, cosi’ carino com’e', mi e’ saltato per la mente il pensiero di tenermi anche quello.
Per’ era per il compleano di un amico: un bel regalo.
Io ne ho 4: il primo uscito, che parla furbish-americano,che ho chiamato Pustacchio per via del suo colore verdino-crema; il secondo, bianco e nero, il primo in assoluto capace di imparare l’italiano, e due di quest’ultimo modello: uno grigio (Clarence) e uno bianco e rosa (Ribbon), il mio preferito.
Non so..i robot mi sono sempre piaciuti.
Anche i giocattoli.
E questi Furby sono si, giocattoli…ma talmente complessi da piacere anche ai grandi.
A quei grandi che si tengono stretto il piacere di giocare.

Spica sta piu’ comoda

18 Luglio 2006 3 commenti


Ieri sera sono arrivata a casa con un pacco enorme.
Ho comprato una cricetiera nuova, per quanto temessi che i miei mi dicessero qualcosa.
So che da qualche parte, in casa, c’e’ la vecchia cricetiera a tiorre di mia sorella, ma dove?
E poi basta, su…. sempre ad aspettare che mio padre abbia voglia e tempo a disposizione per cercare tra il ciarpame che c’e’ sull’impalcatura.
Colpo di coda: ho provveduto io e tanti saluti.
E Spica, in quella gabbia, ci sta alla grande: si diverte un casino, tra la scala che da al primo piano (dove ho sistemato il legnetto per i dentini, un po’ di pane secco e la sua “vecchia” ruota) e i tubini della carta igienica in cui infilarsi.
Oggi le compro anche una casetta, che nella vecchia gabbietta non aveva spazio per essere appesa.
Sono davvero soddisfatta: ora Spica non soffrira’ piu’ tanto il caldo: nella gabbia nuova c’e’ anche lo spazio per una mini piscina che le voglio fare con il coperchio di un barattolo di Nutella…

Riferimenti: il mio sito sui criceti

"poooo-poroppopoppoooo-poooo"

10 Luglio 2006 1 commento


E’ il coro che si e’ innalzato per tutta Roma ieri notte fino all’alba, e ancora adesso, che sono passate piu’ di 24 ore dall’inizio della finale del Mondiale, ancora si vedono bandiere sfrecciare per le strade, si sentono clacson strombazzare, magliette azzurre agli angoli delle strade e gridolini di gioia qua’ e la’.
Molti non hanno terminato la voglia di festeggiare gli Azzurri, che ci hanno donato tanta gioia,e si sono dati appuntamento al circo massimo per una grande festa a cui, non lo nascondo, mi piacerebbe poter partecipare.
Sono troppo timida per andarci.
Mi limito a girare per Roma con una maglietta rossa e una gonna gitana bianca…. anche io do il mio contributo silenzioso…daltronde lo sanno tutti, non sono mai stata una tifosa.
Ma quello che sta succedendo qui’ non puo’ essere ignorato.
E’ impossibile non sentirsi coinvolti.
E cosi’…ora in borsetta ho 10 uro in meno…trasformati in una maglietta azzurra commemorativa fresca arrivata in negozio…”campioni del mondo”.
Sono elettrizzata….e sapete una cosa?
Mi sono scoperta una fan di Gigi Buffon!

Riferimenti: il blog personale di Buffon

la fine di un’amicizia

8 Luglio 2006 2 commenti


Sara’ durata quanto?
Piu’ di un decennio.
Prima come amiche di penna, poi come confidenti strette, poi…poi….
non ci simao mai viste, ma siamo cresciute fianco a financo, seppur virtualmente: io qui’, lei a Novara….
Lei, Ingrid, un vero maschiaccio con la liberta’ nel sangue.
Io invece abituata a rigide regole da rispettare, cresciute entrambe imbevute di fantasia e con un amore sfrenato per i cartoni giapponesi.
Lei, una sportiva.
Io non amo il calcio ne’ la sfrenatezza di certi sport che a lei invece piacciono tanto, come il motocross.
Molto diverse..ma non credevo tanto.
Lei si sente molto tedesca, e quando l’Italia ha battuto la Germania (vedi poet precedente) e’ partita di brocca.
Pare che abbia sentito qualcuno esclamare “Germania di merda”.
Da li e’ nata una fiamma che e’ esplosa portandola a sproloquiare via SMS in modo davvero offensivo anche a mio indirizzo, che non c’entro un tubo ma semplicemente sono italiana (anche se le mie origini dicono il contrario, a dirla tutta…)
Mi ha montata come la panna per tutta la giornata, finche’ mi sono decisa a telefonarle.
Volevo capire se era impazzita da sola o se aveva fumeto una bella manciata di erba gatta tagliata male.
E intanto lei, a ruota libera, se la prendeva con l’Italia tutta, anche per il fatto che abbiamo un contingente in Iraq.
E io che ci posso fare? E’ Prodi, che si e’ rimangiato la parola!!!
Quando le ho detto di non toccare il tasto “guerra” perche’ non le conveniva, lei mi fa “E capirai, per 4 ebrei sbruciacchiati adesso mi fai la predica!”
Giuro che se cel’avessi avuta davanti, le avrei come minimo rotto il naso.
E non solo perche’ mi aveva stufato, ma anche perche’ Fabietto mio e’ ebreo, e NESSUNO deve permettersi di toccarlo.
Specialmente LEI.
Le ho chiuso il telefono in faccia, e mi chiedo, 2 giorni dopo, se sarebbe stato meglio mandarla affanculo anche con le parole.

Italia in finale!

5 Luglio 2006 Commenti chiusi


Strano ma vero: posto qualcosa sul calcio, che detesto per natura.
Quando si tratta della Nazionale, pero’, faccio un’eccezione….
Ecco la “mia” partita.
E’ stata una giornata di lavoro, ma alle 3 del pomeriggio ero a casa a rifiatare.
Parlavo via SMS con Mary, una ragazza “medusa-fan” venuta da Torino per stare con noi e col TRIO in occasione dell’ultima registrazione della trasmissione “KRAUTI”, alla quale abbiamo partecipato come figuranti volontarie.
Mary mi diceva che non sapeva dove godersi la partita della semifinale…potevo lasciarla sola soletta? Sai mai !
Ho parlato con i miei e abbiamo optato per una cenetta a base di pizza, cocacola e gelato…davanti alla TV.
Dato che Mary poi non sapeva come tornare in hotel, le abbiamo anche offerto ospitalita’ per la notte: in camera mia ci sono ben 3 posti letto in piu’! ^-^
Era da tantissimo tempo che non mi capitava di dividere la camera con qualcuno che non sia la mia adorata gattina: e’ stato carino!
La partita e’ stata bellissima, piena di colpi di scena, molto combattuta ed equilibrata…poi quei 2 goal che hanno insaccato alla traditora i tedeschi….il quartiere e’ esploso!
Mary non aveva mai assisitito ad un simile carosello….si e’ divertita da matti, a guardare lo show che si e’ svolto sotto al nostro balcone.
Da parte mia, io ho goduto di piu’ nel vedere le lacrime sulle guance di quei due tifosi della Germania.
Un’altra volta ci penseranno tre volte, a fischiare ogni volta che gli avversari sono in possesso del pallone.
Una bella lezione di umilta’ tutta italiana!
CIAPA!